Area Riservata
METEO Pietra Ligure

Il museo dell’orologio da torre

Il museo dell’orologio da torre nasce dall’idea di Giovanni Bergallo, orologiaio, che, in occasione della prima esposizione pubblica di alcuni pezzi della fabbrica Bergallo, avvenuta in data 15 settembre 1984, auspicò pubblicamente che nel suo paese venisse creato un museo che raccogliesse le testimonianze dell’arte orologiaia e della tradizione familiare per le macchine del tempo.

Dopo circa dieci anni, venne istituito il Museo, con deliberazione del Consiglio Comunale del 3 aprile 1996. L’inaugurazione avvenne il 7 Aprile del 1997, nell’ex-Palazzo Civico di Bardino Nuovo.

Dopo alcuni anni di apertura, l’arrivo di nuovi pezzi, l’accresciuta importanza a livello nazionale, hanno reso necessari lavori di restauro della sede museale, conclusisi nel 2011 con ampliamento della superficie totale ed un nuovo percorso espositivo rinnovato nell’architettura e nei materiali, realizzato con il sostegno della Regione Liguria e della Fondazione De Mari.

Gli orologi esposti sono pezzi autentici (il più antico risale al XVI secolo) raccolti dalla famiglia Bergallo e provenienti da donazioni di collezionisti, chiese ed altri enti.

Oltre agli orologi è possibile trovare quadranti, lancette, “stranezze” provenienti da campanili, carrucole, tutti oggetti attestanti una ricca storia della tecnica e della meccanica orologiaia ormai irripetibile.

Orario e prezzi
Ottobre-Maggio:
sabato 15-18.30, domenica 10.30-14.00 – 15-18.00

Giugno-Settembre:
venerdì, sabato e domenica: 18-22

La visita guidata dura circa 45 minuti; è possibile compiere la visita libera avvalendosi delle didascalie espositive.

Prezzi dei biglietti:

ingresso euro 5,00

Facebook